Lo scorso 30 aprile al Teatro Ferrari di San Marcello ha preso il via SPAZIO SOFA
Per altri tre venerdì (7, 14, 21 maggio), dalle ore 22.00, il Teatro Ferrari sarà aperto gratuitamente e si preparerà ad accogliere esperienze artistiche ed espressive di ogni tipo: musica, perfomance teatrali, esposizioni, video-installazioni, happening e quant'altro.
Il luogo deputato all'evento non sarà soltanto quello del palcoscenico ma nascerà con le cose e le persone che lo abiteranno, in tutti i luoghi del teatro. L'obiettivo di Spazio Sofa è dare vita ad un contesto di incontro, di fruizione e partecipazione attiva all'evento culturale, nell'ambito della quale Baku lavorerà come un enzima, un catalizzatore, accogliendo proposte di chiunque sia interessato a far parte del progetto.

La prima serata di Spazio Sofa ha visto in scena i partecipanti del laboratorio di ricerca espressiva del Gruppo Baku, che hanno aperto la serata con l'esito del loro percorso. La sala teatrale ha ospitato poi l'installazione "Archè", di Simone Alessandrini. Colonna sonora della serata, il jazz del "Trio Uncini" di Jesi. Hanno partecipato con le loro esposizioni fotografiche Fabrizio Carotti e Francesca Tilio. Alessio Pacci del Gruppo Baku ha presentato infine la videoinstallazione interattiva "Time to Play".Venerdì 7 maggio Sofa accoglierà il gruppo musicale "Sottratti fino al 9" di  Montecarotto, con le loro storie e i loro personaggi, ispirati dalla quotidianità e dalle situazioni spesso surreali che la connotano. Sarà presente anche Federico Giacomelli con la mostra fotografica "Frequenze dIstanti", Morena Chiodi, con l'esposizione "Micromacrocosmo", opere realizzate in matita su tela, e Romina Morresi con "Una breve storia del teatro" installazione pensata appositamente per Spazio Sofa sul Teatro Ferrari di San Marcello. Gruppo Baku animerà una delle sale del teatro e come di consueto

verrà adibito uno spazio a "salotto" (Sofa, appunto), con degustazione di vino e piccolo buffet, per sostare, conversare, incontrarsi.